Login

Iscriviti

Dopo aver creato un account potrai effettuare la prenotazione e salvare i tuoi viaggi preferiti!
Nome utente*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
Email*
Telefono*
Paese*
Accetti i Termini di servizio e Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Sei già iscritto?

Login

Login

Iscriviti

Dopo aver creato un account potrai effettuare la prenotazione e salvare i tuoi viaggi preferiti!
Nome utente*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
Email*
Telefono*
Paese*
Accetti i Termini di servizio e Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Sei già iscritto?

Login

Viaggiare attraverso il cinema: i 10 migliori film sui viaggi

Possiamo viaggiare restando a casa: consigli su quali film sui viaggi vedere

In questo periodo in cui dobbiamo rimanere a casa non manca di certo il tempo per fare cose che solitamente non riusciamo a fare: leggere un bel libro, pulire casa, sistemare quel garage disordinato che prima d’ora non avevamo mai sistemato, fare qualche esercizio di ginnastica e rimanere con i propri cari a guardare un bel film (su Netflix adesempio).

La nostra mascotte Explora ha selezionato per voi un elenco di film da vedere durante questo periodo che possono aiutarci ad allietare la quarantena, aspettando di tornare a volare più carichi di prima!

Viaggiare attraverso il cinema si può: tutti i film sui viaggi da vedere almeno una volta e che ci faranno viaggiare per il momento dal nostro divano di casa.

Perchè viaggiare?

Molto spesso si desidera ciò che vediamo. Spesso l’irrefrenabile impulso di fare i bagagli e scappare verso mete più o meno lontane viene alimentato dai film che guardiamo.
Avventure pazzesche, viaggi pieni di adrenalina, luoghi incontaminati dove vengono girate le scene: i protagonisti dei capolavori del cinema vivono esperienze di viaggio indimenticabili tali che viene voglia di vivere o almeno imitare.

10 capolavori del cinema sul viaggio

1. Into the wild: grande classico soprattutto per chi viaggia con zaino in spalla.

Film del 2007, ispirato al libro “Nelle terre estreme” (Into the Wild).

Il regista Sean Penn* racconta la storia vera di Christopher McCandless, un neolaureato statunitense che decide di liberarsi di tutti i suoi averi e di viaggiare senza mappe per ben due anni negli Stati Uniti, nel Messico fino a raggiungere l’Alaska facendo l’autostop. Durante il cammino ha occasione di incontrare ogni genere di persona, ognuna con la propria storia da raccontare. Una volta giunto in Alaska, riesce a vivere il suo sogno di avventura in questa terra dura e selvaggia. La sua vita viene riempita da esperienze estreme ma appaganti, l’essenza di un viaggio.

Durata: 148 minuti.
Paese di produzione: Stati Uniti d’America.

2. Il Cammino Per Santiago: il viaggio come percorso introspettivo.

Emilio Estevez nel 2010 mette in atto un vero capolavoro ancora oggi di gran successo.

Ci troviamo in Spagna, nel famoso cammino che conduce i pellegrini a Santiago di Compostela. Si tratta di una bellissima storia che racconta di un padre che, in onore di suo figlio deceduto proprio durante il cammino, decide di continuare il percorso interrotto per arrivare alla meta. L’esperienza è illuminante e molto emotiva per il protagonista in quanto si trova a confrontarsi con estranei come lui pellegrini e allo stesso tempo è per lui un viaggio introspettivo lungo ben 800 chilometri. Il viaggio è costellato di un mix eclettico di personaggi che affrontano il cammino, ognuno con la propria storia e le proprie motivazioni. Il film suscita la voglia di provare l’esperienza del Cammino di Santiago.

Durata: 121 minuti.
Paese di produzione: Spagna e Stati Uniti d’America.

3. Easy Rider: sei un amante delle 2 ruote? NON puoi perderti questo film!

Facciamo un salto indietro di cinquant’anni e torniamo nel 1969, lo stesso anno che è stato fatto il festival di Woodstock, uno degli eventi più celebrativi della controcultura degli anni ‘60. Dennis Hopper tratta questo film in un momento storico ideale e nello stesso anno viene riconosciuto a Cannes come miglior opera prima!

Il film si sviluppa come un documentario di viaggio di due hippies che intraprendono un viaggio in moto dal Messico fino a New Orleans. Girato con un budget ridottissimo, il film mostra scenari desertici e città di un’America così libertina di hippy, del sesso libero e dell’uso di droghe, ma allo stesso modo così ricca di pregiudizi, omofoba e notevolmente violenta.

Durata: 94 minuti.
Paese di produzione: Stati Uniti d’America.

4. Mangia, prega, ama: il viaggio come ricerca di se stessi e della propria felicità.

Un film tratto dall’omonimo libro, è l’autobiografia della scrittrice statunitense Elizabeth Gilbert edita nel 2006. Julia Roberts saprà farvi emozionare! Il film ha compiuto da poco 10 anni ed il regista è Ryan Murphy.

Da quando è uscito nelle sale ha stimolato le persone a viaggiare e a rincorrere una vita o una carriera lontani dalle città caotiche e piene di smog. La protagonista intraprende, dopo un difficile divorzio, una missione di riscoperta di se stessa attraverso un viaggio dove mangia in Italia (non poteva essere diversamente), prega in India ed ama a Bali.

Durata: 133 minuti.
Paese di produzione: Stati Uniti d’America.

5. Cast Away: il viaggio e lo spirito di sopravvivenza.

Torniamo indietro di vent’anni, il 2000 anno in cui il regista Robert Zemeckis fa uscire nelle sale cinematografiche un vero capolavoro! Tom Hanks al Golden Globe il premio come miglior attore in un film drammatico.

Il protagonista, sopravvissuto ad un incidente aereo, naufraga su un’isola deserta ed è costretto a rimanerci per molti anni, in quanto nessuno può sapere che è lì. Solo dopo quattro anni, il protagonista decide di tentare un rischioso viaggio in mare per provare a tornare a casa. Il film è ricco di insegnamenti e di spunti di riflessione.

Durata: 142 minuti.
Paese di produzione: Stati Uniti d’America.

6. On the Road: il viaggio come ricerca interiore e di cambiamenti profondi.

Come non nominarlo? Anno 2012. Regista Walter Salles. Film drammatico, è un adattamento del romanzo di Jack Kerouac “Sulla Strada”.

“L’importante è andare, non importa dove”. Questa frase diventerà un vero motto della beat generation. La storia narra di un viaggio dai risvolti imprevedibili e dell’amicizia tra i due protagonisti, Sal e Dean, viaggiatori dallo spirito nomade e dalle anime inquiete. Il viaggio on the road diventa la metafora di un bisogno di ricerca interiore che porta a profondi cambiamenti.

Durata: 140 minuti.
Paese di produzione: Francia e Stati Uniti d’America.

7. Sette anni in Tibet: per gli amanti della montagna e del trekking. Il film mostra bene come le esperienze in viaggio possono cambiare la propria vita.

Film Numero sette della nostra “scaletta” 😊 Abbiamo parlato di Julia Roberts e per far contente anche le donne che stanno leggendo questo articolo come non nominare Brad Pitt!

Anno 1997. Il film racconta la storia di un alpinista austriaco che si reca alla conquista dell’Himalaya. Dopo essere stato catturato e mandato in un campo di prigionia, finisce con l’evadere con l’aiuto di un altro uomo e fuggire in Tibet. Stringe amicizia con il giovane Dalai Lama poco prima del tentativo di invasione da parte della Cina. I due uomini, pur facendo parte di due mondi diametralmente differenti, diventano grandi amici ed imparano l’uno dall’altro. Il personaggio principale inizialmente era egoista e non ben visto, ma lentamente cambia la sua visione della vita quando deve confrontarsi con nuove esperienze in una terra straniera.

Durata: 128 minuti.
Paese di produzione: Stati Uniti d’America.

8. Sotto il sole della Toscana: un viaggio in Italia per coloro che non amano volare.

Volete fare un viaggio in Italia? una gita fuori porta? Magari un viaggio in Toscana! Questo film del 2012 è allora fatto apposta per voi!

Vini deliziosi, ottimo cibo, casolari di campagna e uno straordinario panorama collinare vi faranno sognare di viaggiare proprio attraverso la Toscana, facendovi sentire il bisogno di scappare dalla vita cittadina* (Link annesso viaggi fotografici).

Durata: 113 minuti.
Paese di produzione: Italia e Stati Uniti d’America

9. Transsiberian : un viaggio thriller.
Anno 2008, diretto da Brad Anderson.

Roy e Jessie sono marito e moglie. Per recuperare il loro rapporto dopo una crisi matrimoniale decidono di fare un viaggio sulla linea transcontinentale Transiberiana, attraversando quindi la Russia, la Mongolia e la Cina. I due stringono una forte amicizia con un’altra coppia che alloggia nello stesso scompartimento, Abby e Carlos. Durante una sosta del treno, Roy scompare e Jessie rimane sola con l’altra coppia. Dopo una notte trascorsa in una piccola città siberiana, Carlos convince Jessie a fare un’escursione in mezzo a un bosco nell’attesa che Roy, che non aveva fatto in tempo a risalire sul treno, raggiunga la compagna. Giunti sul posto, Carlos e Jessie ad un certo punto si sentono fortemente attratti l’uno dall’altra, si baciano appassionatamente e… il resto lo lasciamo a voi!!

Durata: 111 minuti.
Paese di produzione: Spagna, Germania, Regno Unito, Lituania.

10. Parto col folle: un viaggio comico.

L’architetto Peter Highman deve tornare a Los Angeles per assistere ad un evento alquanto importante per la sua vita: la nascita del suo primogenito. Purtroppo prima della partenza viene inserito nella lista no-fly dopo aver scambiato per errore la valigia con quella di un altro passeggero, Ethan Tremblay. Senza documenti né denaro (che era rimasto nella valigia sequestrata), Peter è costretto ad accettare un passaggio proprio da Ethan, aspirante attore diretto ad Hollywood per tentare l’agognato successo. Comincia così il loro viaggio attraverso gli Stati Uniti, ostacolato da deviazioni impreviste, incidenti spettacolari e dalle strane abitudini di Ethan.

Durata: 100 Minuti
Paese di produzione: Stati Uniti d’America.

Speriamo che questa lista di film sui viaggi che vi consigliamo di vedere sia di vostro gradimento e che sia un modo alternativo per viaggiare in questo periodo.

”La vita è bella” e #torneremo a viaggiare.

Lascia un commento